Campagna per la realizzazione del percorso ciclopedonale Donnalucata Playa Grande

Il progetto:

Il progetto consiste nel realizzare una pista ciclo pedonale che congiunge le frazioni balneari di Donnalucata e Playa Grande, del tutto simile a quella realizzata tra Marina di Ragusa e Casuzze.
Grazie a questa iniziativa si potrà fruire in maniera del tutto diversa di un tratto di costa che, se vissuto a piedi o in bici, assume una importante e coinvolgente valenza paesaggistica. Questo perché si percorre un tratto di strada che, ad un certo punto, non ha abitazioni né a destra né a sinistra, proponendosi in tutta la sua naturalezza verso il mare, con immagine da cartolina.
Si tratterebbe di riqualificare seriamente la parte verso il mare, oggi preda di erbacce, rifiuti, lattine, bottiglie ed impedimenti vari che, invece, diventerà uno spazio di passeggio destinato alla collettività.
Camminatori, ciclisti, sportivi e famiglie potranno godere in tutta sicurezza di un percorso di circa 2 km a loro dedicato, praticamente sul mare!
Secondo il progetto già sviluppato, l’attuale carreggiata sarebbe occupata per circa la metà da una carreggiata per i veicoli a motore, l’altra parte sarebbe invece da dedicare alla pista ciclo-pedonale.
L’accesso all’abitato di Donnalucata sarebbe agevole utilizzando la circonvallazione a monte che ha diversi accessi verso la parte abitata.
L’opera viene qualificata come “Itinerario ciclopedonale”, il quale, ai sensi del nuovo Codice della strada all’art. 2 viene definito come “strada locale, urbana, extraurbana o vicinale, destinata prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile e caratterizzata da una sicurezza intrinseca a tutela dell’utenza debole della strada”.
La ciclo-pedonale, si svolge sulla carreggiata “lato mare” del Viale Della Repubblica (all’interno di Donnalucata) e della successiva SP95 verso Playa Grande, per una lunghezza complessiva di circa 2 km.
Le opere necessarie, consistono fondamentalmente nella delimitazione della pista ciclopedonale tramite l’apposizione di una barriera tipo “New Jersey” e della segnaletica orizzontale e verticale necessaria per delimitare l’aerea.
Si è potuto verificare l’effettiva fattibilità della pista ciclopedonale la cui presenza non ostacola i percorsi dei mezzi di emergenza tra i quali, ad esempio, ambulanze e vigili del fuoco né la corretta e fluida viabilità, soprattutto grazie alla presenza della circonvallazione a monte che congiunge la parte abitata con diversi accessi perfettamente fruibili.

la pista ciclabile di casuzze, del tutto simile a quella che vogliamo realizzare

I costi secondo il computo metrico del comune di Scicli:

  • Fornitura e posa in opera di new jersey in plastica: 89.029 €
  • Esecuzione di strisce orizzontali: 1.244 €
  • Esecuzione di strisce longitudinali della larghezza di 12 cm: 10.562 €
  • Fornitura e collocazione di segnali stradali: 2.784 €
  • Fornitura e collocazione di segnale rettangolare: 3.550 €
  • Rimozione di vecchio guard-rail: 6.000 €
  • Fornitura e posa in opera di guard-rail H3 bordo laterale: 11.901 €

Totale: 125.070 €

 

Le donazioni:

Le donazioni vengono gestite da Fondazione Confeserfidi, fondazione no profit che si occupa di tutela, promozione e valorizzazione del territorio. In virtù di ciò, la Fondazione si impegna a gestire tali somme nel modo corretto e secondo i fini sopra indicati.
In caso di mancata realizzazione dell’opera, la Fondazione si impegna a restituire il denaro versato entro 12 mesi dalla donazione.

 

Le tempistiche:

Ci piacerebbe inaugurare la pista ciclo pedonale la settimana antecedente alla Santa Pasqua, che nel 2021 ricade domenica 04 aprile 2021. Pertanto, ci siamo prefissati, come prima scadenza entro la quale donare, il 30 Gennaio 2021. Sarebbe un traguardo grandioso riuscire a raggiungere l’obiettivo entro quella data, in modo tale da completare i lavori entro aprile.

CHI SIAMO

Il comitato promotore e i partner:

Nei mesi scorsi si è costituito informalmente un comitato promotore formato da semplici cittadini, dalla fondazione Confeserfidi, da associazioni sportive, ciclistiche e di camminatori, da associazioni culturali e socio economiche, che hanno a cuore la realizzazione della pista ciclo pedonale Donnalucata – Playa Grande.

Il comitato promotore si è reso disponibile a promuovere una raccolta cittadina di fondi, attraverso una campagna di crowdfunding.

 

Il ruolo del Comune di Scicli

Il compito dell’Amministrazione comunale per la realizzazione della pista ciclopedonale risulta essenziale, perché coordina ed unifica il necessario iter progettuale ed amministrativo-autorizzativo; vi è inoltre necessità del coordinamento con altre istituzioni, tra le quali la ex provincia di Ragusa, in quanto una parte del tratto in oggetto è di sua competenza. Inoltre, si rende necessario congiungere in maniera coordinata anche il progetto elaborato dal Comune di Scicli insieme al Comune di Ragusa per realizzare, con fondi pubblici già stanziati, una pista ciclabile che colleghi Marina di Ragusa a Playa Grande.

 

Aiutaci anche a tu a realizzare il percorso ciclo pedonale Donnalucata – Playa Grande. Se ami la nostra costa e ti piace sognare in grande, clicca su Dona ora, scegli l’importo del tuo contributo e aiutaci anche tu a rendere tutto questo realtà!

Documentazione ufficiale del progetto:

RASSEGNA STAMPA

 

Riferimenti normativi:

Decreto Ministero dei Lavori Pubblici N. 557 del 30/11/1999 avente ad oggetto:

Regolamento per la definizione delle caratteristiche tecniche delle piste ciclabili

Art. 4. – ulteriori elementi per la progettazione

  1. Gli itinerari ciclabili, posti all’interno del centro abitato o di collegamento con i centri abitati limitrofi, possono comprendere le seguenti tipologie riportate in ordine decrescente rispetto alla sicurezza che le stesse offrono per l’utenza ciclistica:
  2. a) piste ciclabili in sede propria;
  3. b) piste ciclabili su corsia riservata;
  4. c) percorsi promiscui pedonali e ciclabili;
  5. d) percorsi promiscui ciclabili e veicolari. (da valutare per la rimanente viabilità della borgata…)

Art. 6. – definizioni, tipologia e localizzazione

  1. Pista ciclabile: parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi.
  2. La pista ciclabile può essere realizzata:
  3. a) in sede propria, ad unico o doppio senso di marcia, qualora la sua sede sia fisicamente separata da quella relativa ai veicoli a motore ed ai pedoni, attraverso idonei spartitraffico longitudinali fisicamente invalicabili;

Decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 Nuovo codice della strada, aggiornato alle modifiche introdotte dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8

Art. 2 c. 3 Itinerario ciclopedonale: strada locale, urbana, extraurbana o vicinale, destinata prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile e caratterizzata da una sicurezza intrinseca a tutela dell’utenza debole della strada.

 


© 2021 Fondazione ConfeserFIDI | All rights reserved | Design by BS Marketing | Link - Cookies

Utilizzando Fondazione ConfeserFIDI , accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi